Il cristallo

Vi siete mai domandati se ad essere quelli sbagliati siete voi? Io si e l’ultima volta è stato qualche giorno fa. Allora mi sono seduta al bancone di un pub e ho ordinato una IPA da mezzo, come avevo fatto a Genova quando qualcosa di mio era precipitato da 4 piani (leggi qui), e ho … [Read more…]

From the Past #3 (1993)

All’inizio di quest’anno, quando abbiamo fatto la ricerca dei segni di speranza, io non riuscivo a vederne in quel periodo, sapevo solo ricordare quelli che avevo detto l’anno scorso. E sapevo che non era stato Dio ad allontanarsi da me, quanto io da lui. Non riuscivo a distinguere le cose, non riuscivo a concentrarmi sulla … [Read more…]

From the Past #2 (1993)

Le parole vorrei che sgorgassero dal mio cuore e passassero nella mia mano Potrei scrivere di mondi lontani e mai visti o di mondi sentiti con le orecchie del cuore Riuscirei a distruggere le lacrime chiudendo gli occhi e muovendo la mia mano su una superficie liscia come un foglio Forse amerei le cose della … [Read more…]

La Grande Casa

Seduta qui, in terrazza, nella mansarda di questa casa così grande, guardo i miei figli e i loro amici divertirsi, ridere, giocare, scherzare. Ci sono le lucine che ho attaccato per la festa dei miei cinquant’anni, c’è l’aria fresca. C’è una gioia che si sente forte e ben determinata ad esistere e ad esprimersi. Dovrebbero … [Read more…]

Mise en scène.

Sono passati otto anni da quando mi sono ritrovata di nuovo dietro un microfono. Non per cantare, per carità, che non ne sono capace. E poi, in famiglia i musicisti li abbiamo già. Non è il caso. Neppure per esprimere i miei pensieri, che allora non ero ancora in grado di farlo senza che mi … [Read more…]