Elsewhere

  • Elsewhere,  Pensare

    #23 Elsewhere

    Svegliarsi, viva. Guardare i gatti che giocano, mentre bevo il caff√® preparato con la caffettiera gialla da una tazza. Sorridere. Raggiungere un’amica per ricevere una copia di un libro appena pubblicato in cui ho scritto anch’io. Prendere mia madre dal parrucchiere e vederla bella. Guardare dove ha posteggiato. Comprare le alici dal suo pescivendolo e prepararle a cotoletta per il pranzo. Comprare un lilium giallo dalla fioraia che sta sulla strada di casa. Guardare lo specchietto e vedere il mio viso che sorride. Prendere un caff√® con un’amica al piccolo bar della traversa accanto, quello con le due ragazze carine. Sorridere ancora. Guardare Carlo che prepara il gulasch per la…

  • Elsewhere

    #21 Elsewhere – Cieli

    Cieli, avete perdonato, voi? Perch√© io ho perdonato, sapete? No, voi non l’avete fatto Dovr√≤ trovare il modo per sfidarvi Tutti dovrebbero perdonare Tutti dovrebbero imparare a farlo Non c’√® altra salvezza Imparare a guardare con compassione Entrare nell’anima dell’altro e perdonare Per donare la nostra anima alla vita Ho guardato la violenza con occhi non miei Ho visto il dolore. Ho provato compassione E ho perdonato Forse non si chiama nemmeno amore Forse √® la chiave che apre la porta

  • Elsewhere

    #19 Elsewhere

    Nessuno osi separare ci√≤ che il soffio ha unito. Nei tempi che furono, noi due fummo. Vedemmo le stelle. E lo fummo noi stessi. Noi scalammo le montagne pi√Ļ alte. E ancora non conoscevamo questa. E poi io caddi qui. E pi√Ļ non fummo. Scavalcai ogni vita, nell’attesa. Trapassai ogni morte. E sognai di trovarti, anche tu, caduto qui. Noi siamo stelle e cos√¨ siamo esplosi nel buio delle nostre vite. Abbiamo distrutto universi e creato mondi impossibili da immaginare. Mondi che esistono perch√© il loro nome √® stato pronunciato nel cielo. Adesso vaghiamo. Fino al prossimo incontro, lass√Ļ dove fummo.

  • Elsewhere

    #18 Elsewhere

    Voglio dormire nuda stanotte. Ho tolto la tua pietra e un brivido è stato, mentre il laccio passava sul mio collo e sui miei capelli. Ho tolto la mia pietra cristallo. Ho intrecciato i lacci e le ho messe sul comodino, dal tuo lato. Parleranno loro stanotte. E mi accorgo che sto parlando anche io, a voce alta, pronunciando ogni gesto. E penso che sto impazzendo. E vedo che è bellissimo impazzire così, per tanto amore. Voglio dormire nuda, stanotte. E le pietre parleranno

  • Elsewhere

    #16 Elsewhere

    Ci¬† sono¬† sguardi¬† che¬† io¬† non¬† posso¬† dimenticare. E questo √® un bene, perch√© io non voglio dimenticarti. Sarai nel luogo dell’impossibile. Ricorder√≤ qualcosa che √® accaduta in un tempo, con giorni costruiti dal desiderio e dal sogno. Sarai nel sublime che appare tra l’inferno e il paradiso e nell’orizzonte tra il cielo e la terra. L√¨ ti ritrover√≤, sarai nel sogno che tutto disegna e resta nel tempo dell’attimo in cui apri gli occhi al giorno che viene. Sarai forma di futuro che non √® dato conoscere. Sarai nel luogo magico ed eterno della possibilit√†. Sarai in me, nei giorni che verranno. Ed √® l√¨ che troverai riposo quando…

  • Elsewhere

    #15 Elsewhere

    Sono felice. Ho conosciuto l’Amore Vero. Quello ricevuto e quello dato. Ho vissuto. Ho generato. Ho creato. Ho sbagliato. Ho mentito, troppo, e ho detto la verit√†, troppa. Ho svelato il mio corpo. Ho ascoltato le storie delle anime. Ho avuto Fede. Ho esplorato la libert√†. Ho imparato ad aspettare. E¬† digiunare. Ho accettato il vento. Ho amato e sono stata amata. Ho vissuto. E ancora potrei vivere. Aspetto il giorno per tornare polvere. Come fu ogni volta. Adesso √® il tempo delle stelle.    

  • Elsewhere

    #14 Elsewhere

    12/12/2022 – 02:21 “Sai, in questi tempi di attesa penso molto. A volte mi chiedo come sarebbe stata la nostra vita se ci fossimo conosciuti molto tempo fa, molto tempo prima. Immagino come sarebbe la nostra vita. Magari avremmo girato il mondo per seguire le tue foto e io chiss√† che cosa facevo. Sicuramente adesso saprei sciare, saprei arrampicarmi, saprei pagaiare. E saprei tante altre mille cose. Saprei dare il giusto valore alle cose. E anche tu ne sapresti altre, crederesti agli Unicorni, per esempio, ciecamente. Crederesti in un mondo colorato, libero e felice. Avresti imparato che, sulla bilancia, il bello pesa due volte pi√Ļ del brutto. E poi mi…