4 commenti

  1. Fabio

    Ecco.
    Adesso ti leggo con un piacere diverso.
    Con una calligrafia che incede come un binario, con la stessa inerzia di quelle due barre di ferro che in certi tratti generano silenzio, assenza di attrito. Come viaggiare sull’aria.
    Treno in folle.
    Bello. Soprattutto,
    un tuo ritratto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.