#LittleBirdsOnFB_42

E’ un anno strano, che cosa ci volete fare?
Che poi dipende tutto da come si decide di viverla questa vita che, a lungo andare, ci porterà alla fine.
E quando sei LB non puoi aspettarti che tutto sia normale.
Prendete per esempio il fatto che a giugno ho deciso di rinascere e ho cambiato data di nascita e segno zodiacale e dopo 47 anni da Vergine ho iniziato a leggere l’oroscopo dei Gemelli.
Ma come ci si comporta quando arriva il giorno del proprio compleanno biologico?
Festeggi o no? La rinascita è un punto e a capo o un capoverso con la lettera maiuscola che indica l’inizio di un nuovo capitolo della tua storia?
Mi sono trovata completamente impreparata. Una mossa intelligente mi è sembrata quella di togliere la data dalle informazioni qui e così mi sono resa conto che non mi è dispiaciuto affatto non ricevere quei millemila (me la sto tirando) messaggi di auguri che in questi anni hanno nutrito il mio egogentrismo. Perchè alla fine, chi ti vuole bene veramente non ha bisogno di un promemoria per ricordarsi di te.
Per la verità c’è stato anche chi non si è ricordato, in tempo o affatto, ma avete mai fatto caso a quanto sia ingiusto e sbagliato ed egoista ritenere di dover essere sempre nei pensieri degli altri?
La schiavitù del sentirsi indispensabili, unici, destinatari di amori e di attenzioni esclusive.
Magari ha a che fare con ciò che ci è stato insegnato o con l’amore che proviamo per noi stessi o riguarda lo sguardo con cui ci guardiamo allo specchio, non lo so.
Però so che ogni convinzione può essere demolita e ricostruita con un’altra forma più vicina alla nostra essenza interiore.


Ho divagato.


In buona sostanza avevo deciso di considerare questo giorno come uno qualunque, potenzialmente aperto a pensieri affettuosi non necessari ma spontanei ed eventuali.
Poi qualcuno mi ha detto “so che hai cambiato data di nascita ma in fondo è in questo giorno qui che sei arrivata sulla terra” e qualcun altro mi ha invitato a non smettere mai di suonare la mia musica interiore e di adattarmi, di evolvere, di divenire. E mi sono adattata.
Perchè l’affetto e l’amore non si misurano in un giorno, ma in tutta una vita e siamo davvero sicuri che l’amore si possa o si debba misurare?
O che invece sia la cosa più preziosa e magica che abbiamo e che invece di esaurirsi dividendosi, possa moltiplicarsi esponenzialmente come un frattale?
Quello che so è che più vado avanti su questa strada che ho scelto e più le esperienze e le intuizioni si moltiplicano, le zavorre si perdono e si ritorna ad essere l’anima essenziale che ha dato vita a questo corpo, 48 anni fa ormai.
Adesso so che oggi festeggio il ricordo del mio arrivo e che fra meno di un anno festeggerò il ricordo del disvelamento della mia anima.

Che tutti voi possiate festeggiare in ogni giorno della vostra vita, lunga o breve che sia, la gioia di essere voi stessi.

Sempre vostra, LB

Facebooktwittermail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *